C'è una oscura regione della terra che manda per il mondo degli esploratori.

Karl Kraus Detti e contraddetti, 1909

Seguici su  

        
   Nel cuore della Terra - 25 anni di esplorazione
La straordinaria avventura dell’associazione La Venta: 25 anni di spedizioni nei luoghi più remoti e irraggiungibili del pianeta. 25 anni di esplorazioni attraverso i principali progetti realizzati. Dalla prima esplorazione con la discesa del Rio La Venta in Messico, da cui l’associazione ha preso il nome, passando per il progetto Tepui in Venezuela, fino all’ultimo, lungo il Puerto Princesa Underground River nelle Filippine, che si concluderà nella primavera 2017, questi straordinari viaggi saranno raccontati attraverso immagini spettacolari, avvincenti diari di viaggio, precisi testi e approfondimenti scientifici.
Acquista il libro sul sito di Skirà!
        
   Una grotta fra terra e mare
Palawan, Filippine. Oltre vent'anni e molte spedizioni ci hanno permesso di fare esplorazioni da sogno in un posto incredibile. Il Puerto Princesa Underground River ha scavato colossali gallerie nella montagna: la attraversa per chilometri per poi sfociare nel Mar Cinese Meridionale con un grande estuario. Nel buio di questa grotta vivono centinaia di migliaia di pipistrelli e rondini, che contribuiscono a creare un ecosistema unico al mondo. Anche grazie alle nostre scoperte, questa grotta è stata inserita tra le nuove sette meraviglie naturali del pianeta. Finalmente tutto questo lavoro vede la luce in un grande libro, edito da Skira editore. Con taglio narrativo, diari, racconti e splendide immagini, il volume illustra la storia delle esplorazioni, le ricerche geologiche e biologiche sulla grotta e sull'area carsica.
Acquista il libro sul sito di Skirà!

 

Ultime notizie dal nostro blog

carica più articoli premi SHIFT per caricarli tutti carica tutto

Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi. 

Marcel proust

JuquilaLa spedizione Juquila 2002 ha messo a dura prova uomini e materiali durante i 10 giorni di esplorazione all'interno del canyon Juquila nello stato messicano di Oaxaca.

Il gruppo, da subito diviso in due squadre per ragioni di operatività e di sicurezza ha affrontato il canyon: la prima squadra attaccandolo da monte con il compito di discenderlo ed esplorarlo; la seconda, trentacinque chilometri più in basso, attrezzando un campo base ed esplorando grotte e risorgenze presenti in quella parte di canyon, per poi ricongiungersi con gli altri.
A parte le spine ed il caldo, ormai costanti compagne nelle nostre spedizioni, le difficoltà maggiori sono scaturite dalla sottostima dei tempi di percorrenza: il territorio si è dimostrato, infatti, più aspro e ostile di quanto previsto.

JuquilaLa morfologia del canyon, interessato da numerose frane e salti, ed alcuni piccoli incidenti (congestione, distorsione di un ginocchio, rottura di un'arcata sopraciliare con punti di sutura, contusioni varie) hanno notevolmente rallentato la discesa della prima squadra.

Nonostante ciò, forzando i tempi e consumando le ultime provviste, pur se malconci, i sei componenti sono riusciti a rispettare l'appuntamento riunendosi come previsto, cinque giorni dopo la partenza, con il resto del gruppo.
Anche l'avvicinamento da valle della seconda squadra ha comportato non poche difficoltà: nonostante l'impiego di cavalli per i materiali, zaini in spalla, sotto un sole infernale tra spine, pietre e assoluta mancanza d'acqua, in nove ore si è giunti ad un valico che affaccia sul canyon. Da lì, con altre due ore di discesa impossibile (700 m di dislivello su 800 metri di sviluppo) il gruppo ha finalmente raggiunto il luogo dove allestire il campo base, da cui ha svolto l'attività esplorativa e logistica prevista.
Questa prima esplorazione ha portato allo sviluppo di un progetto di ricerca pluriennale nell'area.

Tutte le nostre spedizioni

  • Tepui: Esplorazioni alle porte del tempo Amazonas, confine tra Brasile e Venezuela - Le ricerche sugli altopiani del bacino amazzonico, fra grotte antichissime, vertiginose pareti e foreste invalicabili. Area geografica: La
    Leggi tutto
  • Palawan, Philippines - Le ricerche nel grande estuario sotterraneo dell’isola di Palawan, fra lunghi laghi oscuri, prorompente biologia e foresta tropicale. Area geografica: isola di Palawan, Filippine sud-occidentali, una lingua di
    Leggi tutto
  • PATAGONIA: IPERCARSISMO GLACIALE E POPOLI SVANITIEsplorazioni fra i vortici cristallizzati dello Hielo Continental e tracce di popolazioni perdute.L’America Meridionale è una lingua di terra che si spinge nel grande Oceano
    Leggi tutto
  • SAMARCANDA: SCOGLIERE GIGANTI NEL MARE DI SABBIALe ricerche delle grotte più profonde dell'Asia sulle immense montagne del Pamir-Alaj, testimoni della fine dell'Unione Sovietica.Samarcanda si trova nello stato dell’Uzbekistan, adesso repubblica
    Leggi tutto
  • CARSISMO GLACIALE ALPINO: LE FORME DEI BUCHI NELL'ACQUAIl progetto di esplorazione dei "buchi nell'acqua", le grotte formate dalla fusione all'interno dei grandi ghiacciai.La nostra associazione opera sui ghiacciai di tutto
    Leggi tutto
  • Templi e fiumi sotterranei della lontana Myanmar Area geografica: Penisola Indocinese – Myanmar - Stato di Shan, circa 700 km a nordest di Yangoon. La penisola indocinese ospita alcune delle aree carsiche
    Leggi tutto
carica più articoli premi SHIFT per caricarli tutti carica tutto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cookie policy