Grazie a un progetto finanziato dal National Geographic Society, gli speleologi di “La Venta Esplorazioni Geografiche” coadiuveranno un gruppo di ricerca internazionale guidato da Jo De Waele, socio La Venta e docente dell’Università di Bologna, per esplorare e studiare le grotte che si formano nel sale presenti nel deserto di Atacama nella “Cordillera de la Sal”, in Cile.

 

   
Il progetto di ricerca intitolato "Reading the Salt Caves of Atacama" punta proprio all’esplorazione di queste particolari grotte, studiandone le morfologie con innovative tecniche laser scanner e fotogrammetria 3D da drone, effettuando campionamenti di minerali secondari e in particolare studi e analisi microbiologiche. I campioni verranno analizzati dall’Università di Genova (per i minerali, Prof. Cristina Carbone), ed al CSIC-IRNAS di Sevilla (microbiologa, D.ssa Ana Zelia Miller) con tecniche di “Next Generation Sequencing” per accertarne la diversità microbiologica. Tecniche avanzate di microscopia (FESEM, 3D Tomography TEM, Cryo-SEM, CLSM) consentiranno di studiarne la morfologia e la loro interazione con il substrato.
Il prestigioso finanziamento della National Geographic Society fornirà un supporto essenziale al team di ricercatori, che già negli ultimi anni ha raccolto importanti dati su queste interessanti cavità.
 

 
La spedizione, forte di 19 speleologi, coprirà il periodo dal 8 al 28 marzo 2018, ed oltre a proseguire gli studi scientifici in grotte esplorate precedentemente, sta pianificando l’esplorazione delle più remote parti della Cordillera de la Sal, in luoghi mai visitati prima dall’uomo.
 

 
Le prime grotte della “Cordillera de la Sal” furono scoperte soltanto negli anni ‘90 da speleologi francesi e negli ultimi 20 anni, grazie soprattutto alle esplorazioni degli amici della Commissione Grotte Eugenio Boegan di Trieste, questa lunga dorsale ora accoglie oltre 15 km di passaggi sotterranei esplorati, ed è diventata una delle più importanti aree carsiche saline del pianeta. La presenza di nuovi minerali e ignote forme di vita microbiologica, adattate a queste estreme condizioni di aridità e salinità, presentano molte analogie e caratteristiche con quelle presenti nel sottosuolo marziano.
 

 
Questa è la prima missione scientifica che farà dettagliati studi di microbiologia in queste grotte, cercando di individuare organismi estremofili nelle profonde oscurità del sale, presto altre news e scoperte dalla squadra in partenza.
 

 
Partecipanti: Jo De Waele, Stefano Fabbri, Vittorio Crobu, Carla Corongiu, Alessio Romeo, Riccardo De Luca, Umberto Del Vecchio, Tommaso Santagata, Marco Vattano, Norma Damiano, Patrizio Rubcich, Luca Pisani, Stefano Marighetti, Claudio Pastore, Salvatore Cabras, Andrea Meloni, Roberto Cortelli. Laura Sanna e Roberta Ferrara dell'Istituto di Biometereologia del CNR-Ibimet di Sassari.
 
Sponsor: Amphibious (prodotti impermeabili ed a tenuta stagna), DeWalt (elettroutensili professionali), Ferrino (prodotti per l'outdoor), Intermatica (comunicazioni satellitari), Mytho (integratori alimentari), Tiberino (prodotti alimentari liofilizzati e disidratati), Scurion (impianti di illuminazione led), Vigea (3D scanning service).

contentmap_plugin

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cookie policy