L’isola di Palawan ha una forma stretta e allungata ed è prevalentemente montuosa per la sua intera lunghezza, con cime che superano i 2000 m. La porzione NE è delimitata a W da una depressione a direzione N-S, poco a E di questa importante discontinuità si trova l’area carsica del monte Saint Paul, alto 1028 m, che copre una superficie di circa 35 km2 ed è costituita da un calcare massiccio, di colore grigio scuro, dell’Oligocene superiore - Miocene Inferiore. La formazione, di spessore superiore ai 500 m, poggia su siltiti (rocce a grana fine tra le sabbie e le argille), arenarie, marne e lave dell’Oligocene.

L'affioramento carbonatico è modellato in una lunga dorsale orientata NNE-SSW, delimitata dalla valle del Babuyan river a E, e quella del Cabayugan river a W. La struttura è riconducibile grossomodo a una monoclinale immergente a NW, delimitata da faglie a direzione NNE-SSW. Tale assetto strutturale permette al sistema carsico di ricevere apporti da inghiottitoi solo dal versante di Cabayugan; con l’esclusione dell’estrema porzione settentrionale, dove anche sul versante orientale si hanno piccoli bacini marginali drenati da inghiottitoi.

Tutta l’area è interessata da intensi fenomeni carsici, con forme superficiali tipicamente tropicali: torri, coni, cockpit, megakarren ecc.… Numerose le grotte esplorate, concentrate in due settori, a nord e sud della dorsale, oltre al grande sistema dell’Underground River, che conta al momento tre ingressi e oltre 32 km di sviluppo complessivo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cookie policy